Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Le truffe online più diffuse: cosa fare

truffe online - quali sono le più diffuse e cosa fare

Truffe online: quali sono le più diffuse

Le truffe online sono un pericolo sempre più diffuso nell’era digitale, con hacker sempre più abili nell’ottenere informazioni personali attraverso tecniche relativamente semplici.
È fondamentale comprendere pienamente questo fenomeno e apprendere le strategie per proteggersi. A partire dai furti dei profili social fino allo smarrimento del proprio denaro.

Ecco perché di seguito descriviamo le truffe online più diffuse e le contromisure da adottare.

Indice
SEO Manager
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Truffe online: la situazione in Italia a inizio 2024

Il report della Polizia Postale italiana del 2023 ha evidenziato un significativo aumento dei casi di truffe online, con un incremento del 20% delle somme sottratte rispetto all’anno precedente, raggiungendo la cifra di 137 milioni di euro di profitti illeciti.

In particolare, si è registrato un aumento dei casi di truffe legate all’E-Commerce e al falso trading online, nonché dei reati come stalking, diffamazione, e cybercrime finanziario.

Prima di addentrarci nelle strategie di difesa, è essenziale conoscere le tipologie di truffe più diffuse e comuni.

Le truffe online di tipo sentimentale mirano a ingannare le vittime simulando sentimenti amorosi al fine di ottenere denaro o beni di valore.
Principalmente
colpiscono donne tra i 40 e i 60 anni, sfruttando l’idealizzazione romantica delle relazioni.

I truffatori in ambito di trading online contattano le vittime offrendo opportunità di investimento con promesse di alti rendimenti. Dopo aver ottenuto un primo investimento, spariranno senza lasciare traccia.

Le truffe in ambito assicurativo coinvolgono l’acquisto di polizze attraverso intermediari non autorizzati, con la promessa di protezione che non sarà fornita da compagnie assicurative legittime.

Le truffe online sulle donazioni coinvolgono richieste di donazioni dirette a persone o famiglie, spesso tramite metodi di pagamento non ufficiali, o siti web falsi che simulano organizzazioni benefiche.

Una delle truffe online più note, in cui si riceve un’email da un presunto erede che chiede aiuto finanziario per sbloccare un’eredità in cambio di una parte di essa, ma che poi scompare dopo aver ricevuto i soldi.

Come funzionano le truffe online più diffuse?

Le truffe online più diffuse hanno l’obiettivo di ottenere informazioni personali o estorcere denaro attraverso varie tecniche. In particolare

  • Phishing, tramite messaggi che imitano istituzioni o aziende legittime;
  • Vishing, attraverso telefonate ingannevoli;
  • Smishing, tramite SMS fraudolenti;
  • Avvisi nel browser, che inducono le vittime a fornire informazioni personali;
  • Spoofing: che consiste nell’usare informazioni false per ingannare.


Truffe online: cosa fare per difendersi

Per proteggersi dalle truffe online è essenziale:

  • Diffidare dei messaggi sospetti e non cliccare su link dubbi;
  • Utilizzare password sicure e univoche;
  • Usare una VPN per proteggere la connessione;
  • Segnalare le truffe alle autorità competenti, come la Polizia Postale.


Truffe online durante il Black Friday e le festività

La diffusione delle truffe online ha registrato un costante aumento negli ultimi anni, soprattutto durante periodi di grande afflusso di acquisti come il Black Friday e le festività natalizie.

In questi periodi, le persone sono più propense a fare acquisti e a prestare maggiore attenzione a sconti e offerte speciali, diventando così bersagli ideali per gli hacker.
Le truffe legate agli acquisti online hanno rappresentato la tipologia di truffa più segnalata fin dall’inizio del 2022.

Le tecniche di truffa online più usate dagli Hacker

Gli hacker ricorrono a una serie di tecniche raffinate per ingannare le loro vittime e rubare informazioni personali o finanziarie.
Ecco alcune delle truffe online più comuni utilizzate.

  1. Siti web fraudolenti: questi siti sono progettati per apparire autentici, ma in realtà mirano a rubare informazioni sensibili.
    Un buon modo per individuare un sito falso è controllare l’URL: dovrebbe sempre iniziare con “HTTPS” e mostrare l’icona del “lucchetto” per indicare che il sito è sicuro. Errori grammaticali evidenti possono rivelare la sua falsità, così come una mancanza di informazioni di contatto come un indirizzo email o un numero di telefono.
  2. Truffe di Phishing: questa tecnica coinvolge l’invio di messaggi o email fraudolenti per ottenere informazioni personali.
    Spesso, gli hacker utilizzano l’ingegneria sociale per manipolare le vittime e ottenere accesso ai loro dati sensibili. Bisogna essere sempre cauti quando si ricevono richieste di fornire informazioni personali tramite email o messaggi non richiesti.
  3. App false: gli hacker inducono le vittime a scaricare app fasulle che contengono malware progettati per rubare dati sensibili, come quelli delle carte di credito.
    I rivenditori legittimi di solito non richiedono il download di app per effettuare pagamenti online, quindi è importante prestare attenzione a tali richieste.
  4. Pop-up da antivirus falsi: durante la navigazione online, potrebbero comparire pop-up che suggeriscono di scaricare software antivirus.
    Tuttavia, questi pop-up potrebbero contenere malware dannosi. È importante non cliccare su tali pop-up e utilizzare solo software antivirus affidabili e aggiornati.


Essere consapevoli di queste tecniche di truffa può aiutare a proteggere se stessi e le proprie informazioni online.
Bisogna sempre essere cauti e utilizzare precauzioni aggiuntive quando si tratta di fornire informazioni personali o finanziarie su Internet. Questo è sicuro.

Consigli per uno shopping online sicuro

Lo shopping online offre comodità e convenienza ma è importante adottare precauzioni per proteggere i propri dati personali e finanziari. Vediamo alcuni consigli per uno shopping online sicuro.

  1. Scegli metodi di pagamento sicuri: utilizza piattaforme come Google Pay, Apple Pay o la carta di credito per i tuoi acquisti online.
    Questi metodi offrono un’ulteriore protezione legale in caso di controversie con il venditore.
  2. Mantieni sempre aggiornato il software: bisogna aggiornare regolarmente il software del telefono o del PC per proteggerti da bug e vulnerabilità che potrebbero essere sfruttati dai truffatori.
  3. Attenzione ai link e ai download: evita di cliccare su link sospetti o di scaricare app non verificate. Controlla sempre attentamente le informazioni sull’app, cercando eventuali errori grammaticali o discrepanze nel logo.
    Verifica anche le recensioni e la data di rilascio per valutare l’affidabilità dell’app.
  4. Fai attenzione alle offerte troppo allettanti: sii scettico riguardo alle offerte incredibilmente vantaggiose o ai buoni regalo gratuiti.
    Mantieni sempre un atteggiamento critico e valuta attentamente le intenzioni di tali annunci.
  5. Utilizza un “Password Manager”: proteggi i tuoi account online con password univoche e complesse utilizzando un Password Manager.
    Questi strumenti memorizzano in modo sicuro le tue credenziali, rendendo gli acquisti online più sicuri e rapidi.
  6. Usa una VPN di qualità: aggiungi un ulteriore livello di sicurezza utilizzando una VPN di buona qualità come ad esempio Nord VPN.
    Una VPN, con solide pratiche di privacy e sicurezza, crittografa il tuo traffico Internet proteggendo i tuoi dati da potenziali minacce e garantendo una navigazione più sicura e privata.
Lancia la tua carriera digitale
Social Media Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
SEO Specialist
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento