Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Protocollo HTTPS: la guida completa per migliorare la SEO

Protocollo HTTPS

Protocollo HTTPS: come funziona

Ad oggi, circa l’83% di tutti i siti al mondo utilizzano il protocollo HTTPS.Ormai il protocollo è parte integrante del Web, in quanto garantisce una navigazione protetta e sicurezza nella trasmissione di dati ed informazioni.

Scopriamo insieme che cos’è il protocollo HTTPS, come funziona e perché è vantaggioso utilizzarlo!

Indice
Digital Marketing
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Protocollo HTTPS: che cos’è 

HTTPS è l’acronimo di Hyper Text Transfer Protocol Secure. È un protocollo di comunicazione che identifica una connessione sicura tra un sito e i suoi utenti, proteggendo il sito da attività indesiderate. Grazie alle sue caratteristiche innovative rispetto al precedente protocollo HTTP, è diventato uno standard per garantire maggiore sicurezza e privacy. Permette inoltre di:
 
  • trasmettere in modo sicuro i dati su Internet;
  • proteggere integrità e riservatezza dei dati tra computer dell’utente e sito;
  • criptare i dati ed informazioni sensibili;
  • garantire una connessione sicura tra sito e utente.
Il certificato SSL, come vedremo in seguito, cripta i dati trasmessi in entrata e in uscita, come credenziali di accesso e dati bancari di modo che siano inaccessibili a terzi
 
Sul versante sicurezza il protocollo HTTPS assicura tre cose in particolare:
  • autenticazione. Il certificato SSL (Secure Sockets Layer) permette la verifica dell’identità del sito garantendo che gli utenti siano connessi a un sito legittimo. In questo modo gli utenti hanno la certezza di interagire con il sito web desiderato e non un intermediario;
  • integrità dei dati: connessione sicura, che impedisce la modifica manomissione dei dati trasmessi;
  • crittografia. Le informazioni scambiate vengono criptate. Garanzia sulla sicurezza della comunicazione dei dati e della protezione dall’intercettazione da parte di terzi.

Protocollo HTTPS: a cosa serve

Il Protocollo HTTPS, grazie alla crittografia, maschera i dati e riduce la possibilità che le informazioni dell’utente possano essere visualizzate o manipolate.

Usando il nuovo sistema, le informazioni inserite nel corso della navigazione sono indecifrabili per eventuali terze parti malintenzionate. Il Protocollo HTTPS nello specifico ha il compito di:

  • proteggere l’integrità del sito web;
  • impedire attacchi;
  • garantire che non vengano alterati o corrotti contenuti del sito durante il trasferimento dei dati;
  • proteggere la privacy e la sicurezza degli utenti;
  • assicurare che le informazioni sensibili, come password o dati di carte di credito, siano trasmesse in modo sicuro;
  • impedire agli intermediari di inserire contenuti nel sito Web all’insaputa del proprietario;
  • garantire una connessione più veloce, che fa la differenza in termini di performance.

L’adozione del protocollo è ad oggi consigliata soprattutto a siti web che eseguono transazioni o utilizzano dati sensibili. Ciò non toglie che possa essere utilizzata da qualsiasi altro sito. 

HTTPS è anche un requisito di base richiesto dai browser moderni per abilitare funzionalità quali:

  • geolocalizzazione;
  • compilazione automatica per i moduli;
  • camera;
  • notifiche push;
  • caching.

Quando gli utenti accedono a un sito web che non utilizza HTTPS lo stesso viene indicato come non sicuro nella barra del browser.

L’importanza del Certificato SSL

Un certificato SSL, acronimo di Secure Sockets Layer, crea un link crittografato tra un server web e un browser web. Il sito web è protetto da SSL ove compare accanto all’URL nella barra degli indirizzi, l’icona di un lucchetto.
 
È inoltre utile per: 
  • autenticare l’identità di un sito web;
  • proteggere le transazioni online e le connessioni a Internet;
  • mantenere sicurezza nel sistema;
  • garantire riservatezza delle informazioni sui clienti;
  • impedire ai criminali di leggere o modificare le informazioni scambiate fra due sistemi.
Un certificato SSL assicura che tutti i dati scambiati tra utenti e siti web, siano impossibili da leggere. E per farlo utilizza algoritmi di crittografia allo scopo di rendere irriconoscibili i dati in transito. Gli stessi includono informazioni sensibili, ad esempio nomi, indirizzi, numeri di carta di credito e così via.
 
Un certificato SSL consente di condividere informazioni private in tutta sicurezza. E proteggere informazioni come:
  • transazioni con carta di credito;
  • credenziali di accesso;
  • documenti legali e contratti;
  • informazioni sui conti bancari o personali;
  • informazioni proprietarie;
  • cartelle mediche.
 
Cliccando sul lucchetto nell’icona del browser è possibile scoprire i dettagli di ogni certificato SSL:
 
  • nome del dominio;
  • persona o organizzazione;
  • autorità di certificazione emittente;
  • sottodomini associati;
  • data di emissione e scadenza. 
 

Come eseguire il passaggio da HTTP

Per migrare dal protocollo http a HTTPS è necessario:

  • reindirizzare tutti gli utenti con un redirect 301 lato server per tutti gli URL del sito;
  • avere un certificato TLS/SSL;
  • rinnovare periodicamente i certificati SSL/TLS;
  • esaminare con cura i certificati rilasciati per il sito web e controllare che non siano delle falsificazioni;
  • limitare le autorità che possono rilasciare certificati per un dominio utilizzando i record di risorse CAA (Certification Authority Authorization).

A livello pratico la migrazione da HTTP ad HTTPS avviene seguendo sei diversi step:

  • configurare il sito HTTPS: chiedere eventualmente il supporto del servizio di hosting e acquisire l’apposito certificato HTTPS;
  • verificare la proprietà in Google Search Console: rintracciare eventuali problemi associati all’HTTPS . Rivedere inoltre le impostazioni per la rimozione degli URL di geotargeting e quelle i dei parametri URL,  crawl rate e  disavow file;
  • testare ampiamente il sito HTTPS: riconoscere e sistemare eventuali stranezze o contenuti misti;
  • reindirizzare tutti gli URL HTTP agli URL HTTPS;
  • monitorare la migrazione in Google Search Console.

In conclusione il passaggio da HTTP al protocollo HTTPS è un’evoluzione fondamentale nella sicurezza delle comunicazioni online. Gli utenti possono navigare Internet con maggiore sicurezza e privacy grazie all’integrità delle informazioni fornite. 

Allo stesso tempo, le organizzazioni possono offrire un ambiente online più affidabile, proteggendo la loro reputazione e i dati sensibili dei loro clienti.

Lancia la tua carriera digitale
Social Media Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
SEO Specialist
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento