Google Search: le basi per comprendere il motore di ricerca

Google Search le basi per comprendere come funziona il motore di ricerca

Google Search: le basi per comprendere come funziona il motore di ricerca

Grazie a Google Search si possono controllare in modo semplice e intuitivo le prestazioni, posizionamento e rendimento del proprio sito

Scopriamo insieme come!

Indice
Digital Marketing
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Che cos’è Google Search

Google elabora giornalmente milioni di richieste. Anche se un sito web non riceve visualizzazioni in tutte le ricerche on line, è bene monitorarne posizionamento e rendimento. Ed è qui che Google Search accorre in aiuto. 

Google Search è un motore di ricerca per Internet sviluppato da Google LLC Il servizio di fruizione è offerto di Google in modalità gratuita. Il suo compito è quello di:

  • supportare nel monitoraggio e risoluzione problemi riguardo la presenza del proprio sito web nei motori di ricerca;
  • catalogare e indicizzare le risorse del World Wide Web;
  • occuparsi di foto, newsgroup, notizie, mappe, e-mail, shopping, traduzioni, video e altri programmi creati da Google.

L’obiettivo principale di chi si appresta a utilizzare Google Search è ottimizzare la propria presenza sul web e rendersi disponibili agli utenti che necessitano le tue prestazioni. L’app consente di comprendere come il proprio sito è stato indicizzato e quali ricerche effettuano gli utenti. In questo modo si otterranno un maggior traffico e query più utilizzate.

A cosa serve Google Search 

Grazie al servizio web è possibile:

  • rendere sicuri che Google sia in grado di trovare il proprio sito, se gli utenti digitano determinate parole chiave, di modo che venga indicizzato;
  • scansionare e reindicizzare le pagine web;
  • risolverne i problemi d’impedimento, di visualizzazione e di caricamento lento;
  • ricevere avvisi in caso riscontro di problemi di alcun tipo;
  • accertarsi che siano usabili anche su dispositivi mobile;
  • analizzare altri problemi, di tipo sicurezza e le azioni che si possono compiere manualmente nella ricerca web;
  • evidenziare altri siti web con collegamenti al proprio;
  • scoprire quali keywords indirizzano l’utenza web verso il proprio sito;
  • monitorare la posizione delle pagine nei vari risultati dei motori di ricerca;
  • valutare le prestazioni del sito web nel tempo.

I dati che risultano dall’analisi del servizio web sono consultabili appena avrai verificato la proprietà del sito. Le tempistiche dipendono dunque da ciascun singolo utente. La raccolta delle informazioni varia in base all’indicizzazione del sito web e al numero di click ottenuti. L’indicizzazione del sito dura invece un paio di settimane dall’avvio.

La complementarità con Google Analytics

Google Search e Google Analytics sono due servizi web complementari. Risulta quindi molto utile affiancali nell’utilizzo. Le funzioni sono differenti:

  • Google Search: restituisce dati su ciò che accade prima che gli utenti raggiungano il sito;
  • Google Analytics: ne analizza la parte successiva. 

Utilizzandolo insieme il risultato riporterà una somma tra come i motori di ricerca agiscono sul sito e come le persone si confrontano con esso.

Inoltre raggiungere una buona posizione media è più semplice tramite Google Search. È anche vero che non si possono prevedere i movimenti in modo preciso in quanto dipende dall’ambito e dalla competitività del settore in cui il tuo sito si posiziona.

Come abbiamo visto insieme utilizzare Google Search significa anche velocizzare il proprio sito web e il caricamento delle pagine.

Configurazione del servizio web

Le mosse per accedere al servizio web sono piuttosto semplici ed intuitive da seguire. È necessario:

  • fare l’accesso alla piattaforma e avviare la procedura d’inserimento. In base alla tipologia di attività, selezionare i membri del team al quale è consentito accedere alle informazioni;
  • selezionare se la proprietà è un dominio, più efficiente in quanto riconosce tutte le versioni del sito, o un prefisso URL, più specifico;
  • verificare la validità della proprietà del sito su Google Search, per farlo Google offre una guida di supporto;
  • iniziare l’utilizzo di Google Search e muoversi tra le varie proprietà fin da subito. Non è infatti necessario aspettare il risultato della verifica, Google Search inizia la raccolta di dati finda subito;
  • accedere alle varie funzioni disponibili tra cui panoramica generale, rapporto sulle prestazioni, usabilità dei dispostivi mobile, collegamenti, sicurezza, copertura, azioni manuali, controlli dell’URL e così via.

Destinatari

A ciascuno di noi è concesso di utilizzare Google Search senza particolari restrizioni, professionisti o appassionati web non specializzati. Di certo, in base alla professione, conviene utilizzare alcune funzionalità invece che l’intera gamma a disposizione.  Google ha infatti progettato la piattaforma per qualsiasi grado di esperienza e competenza.

Google Search è particolarmente consigliabile a:

  • sviluppatori che si accingono a risolvere alcune problematiche web di codici e di analisi di dati;
  • professionisti in ambito SEO/marketing: la piattaforma offre informazioni di qualità a livello di performance e strategie generiche. Integrando Google Search con altri tools quali, ad esempio, Google Analytics e Ads consente di arrivare a risultati ottimali;
  • amministratori web, che tramite Google Search possono verificare il corretto funzionamento del sito, risolvere errori e problematiche relative al caricamento di dati;
  • proprietari di brand, che possono ottenere miglior risultati di vendita ottimizzando il proprio sito in ottica del posizionamento per il motore di ricerca.

Grazie a Google Search potrai monitorare e ottimizzare le tue strategie SEO amplificando le prestazioni del proprio sito!

Lancia la tua carriera digitale
Social Media Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
SEO Specialist
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento