12 funzionalità PPC nascoste in Google Ads e Microsoft Ads

funzionalità PPC - google ads e microsoft ads

Funzionalità avanzate PPC: Google Ads e Microsoft Ads

Le piattaforme pubblicitarie come Google Ads e Microsoft Ads hanno proprio delle funzionalità PPC nascoste, capaci di amplificare le performance e semplificare la gestione delle campagne pubblicitarie. Spesso, queste risorse sono sottovalutate o addirittura sconosciute agli utenti medi. E invece occorre esserne a conoscenza poiché offrono un potenziale inesplorato per migliorare le strategie di marketing digitale.

E questo c’è da dire: in un mondo sempre più competitivo del marketing digitale, l’accesso a funzionalità PPC avanzate e poco conosciute può fare la differenza tra campagne pubblicitarie mediocri e straordinarie. No? 

Esplorare e sfruttare appieno queste risorse nascoste in Google Ads e Microsoft Ads può consentire agli inserzionisti di massimizzare il rendimento delle proprie strategie PPC e ottenere risultati sorprendenti.

Vediamo dunque quali sono le funzionalità PPC nascoste di Google Ads e Microsoft Ads.

Indice
Google Ads
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Funzionalità PPC nascoste di Google Ads e Microsoft Ads

Dall’integrazione di contenuti video negli annunci display reattivi alla gestione fine dei posizionamenti e degli argomenti, esplorare e sfruttare queste funzionalità può fare la differenza tra campagne di bassa qualità e quelle che rendono risultati veri e reali. Analizziamo tutto nel dettaglio.

PPC – acronimo di Pay-Per-Click – è un modello di pubblicità online in cui gli inserzionisti pagano un determinato importo ogni volta che un utente fa clic sul loro annuncio.
In sostanza, è un metodo di pubblicità in cui gli inserzionisti pagano solo quando il loro annuncio viene effettivamente cliccato, piuttosto che per la sua semplice visualizzazione.

Le campagne PPC sono gestite attraverso piattaforme pubblicitarie online come Google Ads (precedentemente noto come Google AdWords), Microsoft Advertising (ex Bing Ads), Facebook Ads e molti altri.
Qui gli inserzionisti possono creare annunci che vengono visualizzati dai potenziali clienti quando cercano determinate parole chiave o quando navigano su siti web pertinenti al loro settore o agli interessi del loro pubblico target.

Il PPC offre una serie di vantaggi, tra cui:

  • un controllo preciso sui budget pubblicitari;
  • la capacità di raggiungere un pubblico altamente mirato;
  • la possibilità di monitorare e misurare facilmente le prestazioni delle campagne attraverso metriche come il tasso di clic (CTR), il costo per clic (CPC) e il ritorno sugli investimenti (ROI).

Per merito della sua flessibilità e misurabilità, il PPC è diventato uno dei metodi più diffusi e efficaci di pubblicità online.

12 funzionalità PPC nascoste in Google Ads e Microsoft Ads

L’evoluzione costante delle piattaforme pubblicitarie rende fondamentale rimanere aggiornati sulle nuove funzionalità e le migliori pratiche di settore. Motivo per cui è necessario sapere quali sono le funzionalità PPC nascoste per fare in modo che le proprie pubblicità si posizionino un passo avanti alla concorrenza, massimizzando il loro rendimento. Approfondiamo le 12 funzionalità PPC nascoste in Google Ads e Microsoft Ads.

1. Video negli annunci display reattivi

Integrare contenuti video negli annunci display reattivi può aumentare l’engagement degli utenti, offrendo un’esperienza più coinvolgente. Questa opzione, sebbene poco conosciuta, si trova nel formato degli annunci display reattivi, consentendo agli inserzionisti di differenziarsi e catturare l’attenzione del pubblico.

2. Rapporti e registrazioni delle chiamate

Attraverso l’attivazione del monitoraggio e della registrazione delle chiamate nelle impostazioni dell’account, gli inserzionisti possono ottenere dettagli cruciali sulle chiamate ricevute tramite Google Ads. Questi dati possono informare ottimizzazioni mirate e strategie di coinvolgimento telefonico più efficaci.

3. Targeting del profilo LinkedIn

Microsoft Ads offre un’esclusiva funzionalità di targeting del profilo LinkedIn per gli annunci PPC, consentendo agli inserzionisti di raggiungere specifici settori, aziende e funzioni lavorative. Questa possibilità, sebbene poco pubblicizzata, presenta un’enorme opportunità per la precisione del targeting e la massimizzazione dei risultati.

4. Risorse create automaticamente

Google e Microsoft offrono risorse create automaticamente, basate sull’intelligenza artificiale, che possono migliorare le performance delle campagne pubblicitarie. Ma è importante valutare attentamente la qualità e il controllo associati a queste risorse, poiché possono variare in base alle esigenze dell’inserzionista.

5. Partner di ricerca

La pubblicazione di annunci sui partner di ricerca di Google e Microsoft offre un’opportunità unica per ampliare la portata delle campagne pubblicitarie. In particolare, esplorare e ottimizzare il rendimento da questi partner può essere fondamentale per massimizzare l’impatto delle strategie PPC.

6. Targeting CTV

La pubblicità sui dispositivi di streaming video è in costante crescita, e Microsoft Ads consente agli inserzionisti di raggiungere il pubblico su piattaforme come Netflix e oltre 860 altri editori CTV. Questa funzionalità offre un nuovo canale per raggiungere gli utenti in modo efficace e mirato.

7. Informazioni su sovrapposizione e superamento

Utilizzando informazioni dettagliate sulle aste e report automatizzati, gli inserzionisti possono migliorare le offerte e le ottimizzazioni nel proprio account PPC. Monitorare attentamente il panorama competitivo e adattare le strategie di offerta può garantire risultati più consistenti nel tempo.

8. Idoneità dei contenuti

Google Ads offre opzioni avanzate per il controllo dei contenuti accanto ai quali vengono visualizzati gli annunci display e video. Usando funzionalità come l’idoneità dei contenuti, gli inserzionisti possono garantire che i propri messaggi siano pubblicati su contenuti sicuri e rilevanti per il proprio brand.

9. Posizionamenti e argomenti di gioco

Escludere posizionamenti nei giochi o argomenti non pertinenti può ottimizzare la distribuzione degli annunci display di Google. Questa funzionalità consente agli inserzionisti di concentrare le proprie risorse su posizionamenti più rilevanti e di migliorare l’efficacia complessiva delle campagne.

10. Targeting ottimizzato sul display

L’attivazione del targeting ottimizzato consente a Google di pubblicare annunci per un tipo di pubblico simile, ampliando così la portata delle campagne. Questa opzione può essere preziosa per raggiungere nuovi segmenti di pubblico e generare conversioni aggiuntive.

11. Pannello note sull’account

Il pannello delle note dell’account in Google Ads consente agli inserzionisti di documentare modifiche, osservazioni e strategie direttamente nell’interfaccia della piattaforma. Questo strumento offre un modo pratico per tenere traccia delle decisioni e delle attività nell’account PPC.

12. Visualizzazioni panoramiche

Spesso trascurata, la sezione Panoramica delle piattaforme pubblicitarie PPC offre una panoramica istantanea delle performance delle campagne. Questa sezione fornisce una rapida visione d’insieme dei dati cruciali, tra cui rendimento di base, reti, dati demografici e altro ancora. 

E poi c’è da evidenziare che le visualizzazioni panoramiche offrono più di quanto possa apparire a prima vista.

Google Ads, per esempio, consente agli inserzionisti di scaricare un’immagine del grafico, una funzionalità preziosa per condividere rapidamente informazioni con altri membri del team o stakeholder.

Lancia la tua carriera digitale
Social Media Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
Facebook Ads
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento