Come iniziare a vendere su Etsy: dalla strategia all’apertura del negozio

vendere su Etsy

Vendere su Etsy: dalla strategia all’apertura del negozio

Se stai pensando di vendere su Etsy, saprai sicuramente che questo portale è uno dei più grandi esistenti. In tal senso, rappresenta un’opportunità unica per piccole imprese, ma anche per artigiani e venditori indipendenti. Sia che tu voglia crearti un’entrata secondaria, sia se stai pensando di avviare un’attività commerciale a tempo pieno, Etsy shop Italia è una valida alternativa da valutare.

Eppure, c’è ancora chi si domanda come aprire un negozio Etsy, come funziona la piattaforma, quanto costa gestire un account. Nonostante si tratti di un marketplace molto popolare, infatti, nel nostro Paese è ancora oggi poco conosciuto dai venditori. Ed è davvero un peccato, perché gli utenti attivi che effettuano acquisti su questo portale sono davvero tanti.

Se vuoi scoprire come vendere su Etsy, comunque, sei nel posto giusto.
In questa guida lo scopriremo insieme passo passo: inizieremo dalla scelta della nicchia, fino all’apertura del negozio online.

Indice
Come vendere sui Marketplace
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Vendere su Etsy: la strategia giusta per avviare un’attività profittevole

Se ti stai domandando come vendere su Etsy, avrai sicuramente un’idea chiara in merito a cosa vuoi vendere in piattaforma. Eppure, il nostro consiglio, prima di aprire un negozio su Etsy, è quello di dedicare del tempo a questa importante scelta.

Dovrai cioè adottare la strategia più corretta se vuoi trasformare il tuo negozio online in un’attività profittevole.

Prima di decidere definitivamente cosa vuoi vendere, quindi, dovresti effettuare una ricerca di mercato. Per massimizzare le vendite, dovresti concentrarti su una nicchia con una concorrenza non troppo elevata.
Al contempo, però, deve esserci domanda per gli articoli che intendi vendere.

Altro step che fa parte di una strategia di successo per vendere su Etsy riguarda il prezzo degli articoli che venderai.

La scelta del prezzo potrà essere orientata dalla concorrenza. Dovrai cioè studiare i prezzi medi degli altri venditori che operano nella medesima nicchia. Potrai quindi decidere, per iniziare, di garantire prezzi leggermente più bassi, in modo da aumentare le probabilità che i potenziali clienti scelgano te e non i tuoi concorrenti.

Annunci e sponsorizzazioni: dei validi alleati per ottenere visibilità

Se vuoi aumentare la visibilità dei tuoi prodotti su Etsy shop Italia, potrai anche valutare di destinare parte del tuo budget agli annunci sponsorizzati.

La piattaforma permette di impostare le Etsy Ads, ossia degli annunci pubblicitari che ti consentiranno di mostrare i tuoi prodotti ad un ampio pubblico.

Inoltre, le sponsorizzazioni ti consentono di raggiungere potenziali clienti con elevato intento di acquisto. Li raggiungerai, cioè, proprio nel momento in cui stanno cercando attivamente qualcosa da acquistare. Per questa ragione, le conversioni garantite dagli annunci a pagamento sono generalmente elevate.

Puoi iniziare a usare le sponsorizzazioni per vendere su Etsy dopo quindici giorni dalla creazione del tuo negozio in piattaforma.

Come vendere su Etsy: le commissioni previste

Prima di aprire un negozio su Etsy, inoltre, dovrai considerare attentamente le commissioni e i costi previsti dalla piattaforma.

Infatti, se per gli utenti privati la creazione del profilo è gratuita, per vendere su Etsy dovrai necessariamente sostenere dei costi.

Il piano base, o Standard, in realtà, ti permette di aprire un negozio gratuitamente. Tuttavia, ogni articolo che inserirai nel negozio prevede un pagamento. Etsy chiama gli annunci Inserzioni”, che hanno un costo di 0,18 centesimi ciascuna. Dopo quattro mesi, l’inserzione scade e va rinnovata.

Considera poi le commissioni: per ogni articolo venduto dovrai pagare il 6,5% sulla transazione, e una commissione di gestione del pagamento che comprende un fisso di 0,30 euro a cui si somma il 4% del prezzo di vendita.

Oltre al piano Standard, per vendere su Etsy massimizzando le possibilità di effettuare transazioni puoi anche aderire ai diversi programmi a pagamento.

Esiste, innanzitutto, il programma Pattern, che ti consentirà di realizzare, internamente alla piattaforma, un sito web personalizzabile.

Dopo una prova gratuita di un mese, il programma Pattern di Etsy ha un costo di 15 euro al mese.

La piattaforma, inoltre, permette a tutti coloro che si domandano come vendere su Etsy grandi quantitativi di prodotti ogni mese di sottoscrivere Plus.

Si tratta di un programma che consente di accedere a diversi servizi aggiuntivi, come maggiori opzioni di personalizzazione, sconti sulle Etsy Ads, reindirizzamento da sito web aziendale.

Etsy Plus ha un costo mensile pari a 9,20 euro.

Aprire un negozio su Etsy: la procedura step-by-step

Ora che sai come vendere su Etsy, quali sono i costi previsti e come scegliere prodotti profittevoli, non ti resta che occuparti della tua vetrina.

Per aprire un negozio su Etsy, il primo step è creare un account in piattaforma. Questa procedura è totalmente gratuita, e dovrai effettuarla sulla piattaforma ufficiale Etsy shop Italia.

Quando l’account sarà pronto, potrai finalmente aprire un negozio su Etsy, modificando immediatamente le tue preferenze. Non solo la lingua, ma anche la valuta da utilizzare. Ricorda che Etsy è attivo in tutto il mondo: valuta quindi di inserire descrizioni dei tuoi prodotti in inglese. In questo modo, potrai entrare in contatto con clienti in ogni parte del globo.

Una volta impostate le tue preferenze, potrai scegliere il nome da dare al tuo negozio online. E non è tutto: oltre alla scelta del nome, per vendere su Etsy è importante personalizzare il negozio con banner e descrizione pertinenti.

Successivamente, potrai iniziare ad aggiungere prodotti alla tua vetrina. Per inserire un prodotto, dovrai creare un nuovo annuncio / inserzione.

Ad ogni inserzione, poi, andranno allegate le immagini: Etsy ti permette di aggiungerne fino a dieci. Scegli solo immagini di qualità: ricorda che online i clienti non possono toccare con mano i prodotti. Se scegli foto attraenti, comunque, convincerli ad effettuare l’acquisto non sarà assolutamente difficile.

Ricorda poi di inserire tutte le informazioni utili sul prodotto. Non solo il prezzo, ma anche il nome, la categoria, una dettagliata descrizione. Ogni informazione contenuta nell’inserzione dovrebbe essere ottimizzata in ottica SEO, dato che la piattaforma funziona al pari di un motore di ricerca.

Ottimizzando adeguatamente (e con le keyword giuste) le tue inserzioni, potrai quindi raggiungere un pubblico più ampio.

Lancia la tua carriera digitale
e-Commerce Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
UI & UX Design
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento