Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Canali WhatsApp: cosa sono e come utilizzarli

Canali WhatsApp

Canali WhatsApp: il servizio broadcast da uno a tanti

In questi giorni Mark Zuckerberg ha annunciato il lancio dei canali WhatsApp in tutto il mondo, compresa l’Italia. Grazie ad essi sarà possibile ottenere aggiornamenti in tempo reale e molto altro.

I canali WhatsApp sono un servizio di broadcast da uno a tanti, che consente di inviare lo stesso messaggio a più destinatari contemporaneamente, senza creare un gruppo di chat. È un modo utile per comunicare con più persone senza doverle aggiungere a un gruppo (chat) e senza che i destinatari siano in grado di vedere gli altri riceventi o partecipare alla conversazione.

Scopriamo cosa sono, come funzionano, a cosa servono e come aprirne uno personale!

Indice
Digital Marketing
Scopri i corsi riconosciuti Miur

Che cosa sono i canali WhatsApp

I canali WhatsApp permettono di ricevere aggiornamenti importanti da una persona o un’organizzazione in modo semplice e diretta.
Sono quindi uno strumento di trasmissione con cui chi li amministra può inviare messaggi, immagini, video, sticker, sondaggi e foto.

Lo strumento è one-way: solo l’amministratore può inviare il materiale di messaggistica e multimediale.

Chi li segue può invece:

  • reagire tramite emoji;
  • rispondere ai sondaggi;
  • inoltrare i contenuti ad altre chat.

L’accesso ai canali è possibile tramite link d’invito ricevuti in chat, via e-mail e pubblicati online.

Per aiutare gli utenti a scegliere quali canali seguire, esiste un sistema di ricerca. Qui è possibile trovare hobby, squadre sportive, aggiornamenti su eventi locali e così via. Esistono inoltre canali di organizzazioni, istituzioni, enti, squadre sportive, creator e artisti, che si possono seguire direttamente su WhatsApp. Tra questi di certo è necessario citare quello lanciato da Mark Zuckerberg stesso.

L’obiettivo dei canali WhatsApp è la creazione di un servizio di trasmissione il più privato possibile che permetta di ricevere gli aggiornamenti ritenuti i più importanti. Per privacy, ad esempio, i canali sono separati dalle chat e non è possibile conoscere l’identità dei follower.

Linee guida per i canali WhatsApp

Ogni utente che utilizza WhatsApp può creare un proprio canale. Per farlo è necessario:

  • scaricare WhatsApp, celebre app di messaggistica istantanea disponibile per Android e iOS e aprire l’applicazione;
  • creare un account avviando Google Play Store per Android o App Store per iPhone e iPad;
  • scegliere il proprio paese dalla lista a comparsa, selezionare il prefisso internazionale e inserire il numero di cellulare personale;
  • richiedere il codice di verifica e inserirlo nell’apposito campo;
  • scegliere un nickname e una foto del profilo;
  • cliccare sulla sezione “Aggiornamenti” per visualizzare gli aggiornamenti recentemente condivisi dagli altri contatti presenti sulla tua rubrica WhatsApp;
  • individuare la voce “Canali”, premere il simbolo apposito e selezionare l’opzione “Crea canale”;
  • creare il proprio canale WhatsApp scegliendo nome, immagine del profilo e descrizione. Il canale deve necessariamente rispettare tutte queste linee guida.

Una volta inserite tutte le informazioni necessarie il canale sarà pronto per l’utilizzo tramiti condivisione di aggiornamenti ed invio di contenuti.

Occorre ricordare che tutti i canali WhatsApp sono pubblici e, di conseguenza, chiunque può trovarli. Tuttavia, gli iscritti non possono visualizzare i dati personali come nome, numero e foto. 

Canali WhatsApp: come fare a trovarli

Trovare canali WhatsApp creati dagli utenti ed iscriversi è molto semplice. È infatti sufficiente:

  • aprire WhatsApp;
  • cliccare su Aggiornamenti;
  • selezionare la voce Esplora;
  • scegliere un’area geografica più o meno ampia;
  • scegliere tra le categorie mostrate (“Tutti”, “Più attivi”, “Popolari” e “Nuovi”);
  • procedere all’iscrizione.

Per trovare uno specifico canale, è inoltre possibile utilizzare il campo di ricerca premendo la lente d’ingrandimento.

È possibile creare canali anche su WhatsApp Web, la piattaforma che consente agli utenti di utilizzare l’applicazione di messaggistica istantanea direttamente dal proprio browser.

Per sfruttare il servizio è necessario:

  • aprire WhatsApp sullo smartphone;
  • selezionare le Impostazioni;
  • cliccare sui Dispositivi collegati e successivamente su “Collega un dispositivo”;
  • accedere al sito web.whatsapp.com tramite computer;
  • inquadrare il codice QR visualizzato sul computer tramite smarthpone.

Infine, Meta ha annunciato di avere intenzione di aggiungere continuamente altre funzioni in base ai feedback che verranno inviati dagli utenti. Inoltre, Mark Zuckerberg ha deciso di estendere a breve la possibilità di creare un canale a chiunque voglia averlo.

Per conoscere le novità sui prodotti direttamente e in anteprima, ad oggi è anche disponibile il canale di WhatsApp ufficiale. Tramite esso è possibile ricevere aggiornamenti in tempi reali su ogni novità.

Altre novità del gruppo Meta 

Di recente Meta ha reso nota la sua partnership con il colosso dell’e-commerce Amazon, prevista per il 2024. Come è infatti noto Meta, dalla sua nascita, si impegna costantemente nel miglioramento delle proprie app.

La novità che sta per essere introdotta è la possibilità di acquistare su Amazon direttamente da Facebook e Instagram.

In questo modo sarà possibile:

  • fare acquisti tramite le app social;
  • effettuare il check-out direttamente dalle app;
  • utilizzando l’indirizzo di spedizione e le informazioni di pagamento salvate su Amazon. 

La nuova funzione richiederà un processo di configurazione molto semplice. Sarà infatti sufficiente collegare il proprio account Meta con quello Amazon e procedere all’acquisto tenendo aperte le app di Facebook o Instagram.

La società di Mark Zuckerberg, tramite questa partnership rivoluzionaria, apre nuove opportunità per gli appassionati di shopping online.

Il nuovo accordo permette grandi vantaggi a Meta, tra cui:

  • ottenere targeting ed ottimizzazione migliori grazie al possibile utilizzo delle informazioni di Amazon;
  • poter personalizzare i messaggi pubblicitari e le pagine prodotto in base al fatto che l’utente sia o meno un membro Amazon Prime;
  • guadagnare tassi di conversione più elevati, maggiori segnali pubblicitari e più conversioni attribuibili. E tutto ciò perché i clienti potranno effettuare il check-out velocemente senza lasciare le app social.
Lancia la tua carriera digitale
Social Media Manager
Scopri il corso con certificazione riconosciuta
SEO Specialist
Scopri il corso con certificazione riconosciuta

Lascia un commento